TOUR 2
Tour tra arte, cultura e musica

Domenica 24 marzo, ore 16,30
Bellissimo tour che ci porterà a conoscere tre siti ricchi di storia e arte,
e per finire, un breve, magnifico concerto nel chiostro della Basilica della SS Trinità.

Visiteremo (con guida):
Il complesso Santa Maria dello Spasimo. Oggi la chiesa con la sua navata a cielo aperto, è un luogo suggestivo, un’incantevole scenario..
Il sito Oratorio dei Bianchi.  Oggi nel complesso vi si conservano vari stucchi serpottiani provenienti dalla distrutta Chiesa delle Stimmate
La Chiesa della Santissima Trinità del Cancelliere, conosciuta anche e soprattutto come Basilica La Magione, la sua Cappella e lo splendido chiostro
(leggi a fondo pagina la storia dei siti).
Il tour finirà con dei musicisti che ci delizieranno con la loro musica
nell’incantevole cornice del chiostro della Magione
(i nomi dei musicisti saranno resi noti tra pochi giorni).

Contributo:
8 euro i soci Promofestival – 10 euro i non tesserati
Durata, circa 2 ore e mezza

COME PRENOTARE:
Telefonare, oppure inviare un messaggio (sms oppure whatsapp) al 3317189910
scrivendo l’evento, il nome e cognome di chi prenota e il numero totale dei partecipanti.
Esempio:
Tour arte del 24 marzo. Annalisa Conte. Tre persone in tutto.

L’Organizzazione risponderà dandovi conferma della prenotazione, con tutte le informazioni che vi necessitano.

Informazioni sui siti che andremo a visitare:

153937723-eea1779a-d9c6-43af-9910-c1ee8bf1ea65La chiesa di Santa Maria dello Spasimo è probabilmente una delle più suggestive di tutta la Sicilia, grazie soprattutto ad un particolare davvero singolare: non ha il tetto. Probabilmente molti di voi penseranno che è andato distrutto da un precedente terremoto oppure dai bombardamenti della seconda guerra mondiale. Niente di tutto questo, la ragione è molto più semplice e meno catastrofica: non è mai stato costruito. Perché? Leggete la nostra storia per scoprirlo.

Nel 1509 il giureconsulto Giacomo Basilicò, devotissimo alla Madonna, fece un viaggio in Terra Santa e rimase affascinato dalla chiesa Nostra Signora dello Spasimo a Gerusalemme. La chiesa, dedicata al dolore di Maria che soffre dinnanzi al figlio in croce, è posta esattamente a 60 passi dalla porta Giudicaria, scenario della settima stazione della Via Crucis.

Tornato a Palermo Basilicò scopre che uno dei suoi terreni si trova a 60 passi da quella che allora era la porta di ingresso di Palermo, ed è per tale ragione che decide di fare costruire proprio lì una chiesa per celebrare il dolore della Madonna, che si chiamerà appunto Spasimo. Dona il terreno ai padri di Monte Oliveto e dopo la bolla di papa Giulio II iniziano i lavori per la costruzione di chiesa, chiostro, campanile, dormitorio, cimitero e orto.

I lavori, che avrebbero dovuto essere terminati in 6 anni, furono molto più lunghi del previsto, merito anche di un progetto forse troppo grandioso, ed il denaro stanziato non era mai bastevole. Nel 1537 il pericolo di una possibile invasione turca mise in allarme la città di Palermo che corse subito ai ripari rinforzando le fortificazioni e le vie di difesa. Lo Spasimo, che era proprio vicino la porta di ingresso della città, dovette subire delle modifiche ed i monaci furono costretti a trovare riparo altrove.

Negli anni a seguire la chiesa, oramai sconsacrata, venne utilizzata in vari modi: dal 1582 come teatro per spettacoli; dal 1624, a causa dell’epidemia di peste che colpì Palermo, come lazzaretto; dal 1825 come ospizio; dal 1855 come ospedale; dopo la seconda guerra mondiale come deposito di opere d’arte provenienti da altri siti.

Oggi la chiesa con la sua navata a cielo aperto, è un luogo suggestivo adibito a spazio culturale che ospita eventi di vario genere, un’incantevole scenario per manifestazioni teatrali e musicali.

26264299968_b250a4333a_bOratorio dei Bianchi.
Sito nel quartiere della Kalsa, nell’antica cittadella fortificata detta in arabo “Al Halisah”, fu costruito nel 1581 dalla nobile Compagnia dei Bianchi. Formata da ecclesiastici e gentiluomini, la Compagnia aveva il compito di “aiutare a ben morire” i condannati a morte, curando l’aspetto spirituale nei tre giorni precedenti l’esecuzione, quando, per privilegio, non vi era presenza alcuna di guardie. La Compagnia per decreto imperiale godeva del  privilegio di liberare a suo piacimento un condannato a morte nel giorno del Venerdì  Santo.

Nella parte bassa dell’edificio si trova la chiesetta di origine bizantina di Santa Maria della Vittoria dove è stata ritrovata l’antica porta di accesso della Kalsa, espugnata dai normanni nell’ XI secolo. Nel piano superiore un vasto salone decorato con stucchi e pitture fungeva da oratorio vero e proprio. Altri saloni le cui volte sono state affrescate dal Fumagalli e vari ambienti a cui si accede da un magnifico scalone completano l’ambiente. Oggi nel complesso vi si conservano vari stucchi serpottiani provenienti dalla distrutta Chiesa delle Stimmate.

magione01La Chiesa della Santissima Trinità del Cancelliere, conosciuta anche e soprattutto come Basilica La Magione, è una delle più antiche chiese di Palermo, risalente al 1150 e sita nel quartiere Kalsa della città, davanti l’omonima piazza.
La chiesa, realizzata da maestranze e da artisti di origini islamiche, rappresenta uno degli ultimi prodotti dell’architettura medievale siciliana d’impronta fatimita ( che fu una dinastia musulmana sciita che si impose tra il X e il XII secolo in alcune regioni mediterranee, tra cui la Sicilia) e mostra in chiave ridotta, lo stesso schema iconografico delle cattedrali di Palermo e Monreale.

Questo monumento, che si trova ai margini dei circuiti turistici tradizionali, ha sempre un suo fascino particolare, quasi spirituale: la nuda pietra, le linee semplici delle sue strutture, lo scarno apparato ornamentale, sembrano voler non farci dimenticare che la religione prima di ogni altra cosa, deve essere “povertà”.

 

Organizzazione:
Associazione Culturale Promofestival
sede: Via Dei Candelai, 75, Palermo.
Cod. Fisc. 93074640843
Mail: info@promofestival.it
Infomazioni telefoniche:
331.718.99.10
Pagina Facebook: Promofestival Palermo
Gruppo Facebook: Gite, weekend, amicizie in Sicilia